Facebook Pixel
Attenzione questo sito non spedisce in Stati Uniti. Clicca qui per cambiare sito
Logo della Pasticceria
 
Il Panforte di Montevarchi aperto

Il PANFORTE DI MONTEVARCHI

Il Panforte di Montevarchi nasce da una attenta selezione di spezie uniche, richiamanti gli antichi sapori medievali di Toscana attraverso una cottura lenta e delicata, impreziosita dalla maestria nella Candituracon l’aggiunta dei sapori unici di frutti canditi direttamente nei propri laboratori.
Il Panpepato aperto

Il PANPEPATO

Un dolce dalle origini antiche e dal sapore deciso, originariamente arrivato in Italia dal lontano Oriente attraverso quelle carovane che trasportavano spezie intorno alla metà del cinquecento, ed in seguito arricchito dai sapori locali di mandorle, noci, e differenti aromatizzazioni.

Divenne dolce tradizionale umilmente lavorato all’interno di monasteri e conventi, e pietanza ricercata tra dame e cavalieri; seppur dalla preparazione onerosa, vista la difficoltà nel reperirne le spezie caratteristiche, e quindi tendente a variazioni.

Quello che al tempo dei Medici veniva chiamato “lo pane impepato”, si diceva valer da energetico nelle lotte di armi dove essenziale era la forza, e contemporaneamente da afrodisiaco negli “scontri” d’amore.

La ricetta del Panpepato Bonci discende direttamente da quella Medicea: avvolti nel miele, farciti da una veste di cioccolato fondente impreziosita da chicchi di pepe rosa, vi convivono mandorle, nocciole, noci, fichi e spezie “segrete”. Una fusione capace di far viaggiare nel tempo chiunque abbia la fortuna di assaggiarne una fetta: un trionfo di sapori alla Corte del Gusto.
Il Pan del Cassero aperto

IL PAN DEL CASSERO

Montevarchi – storico crocevia mercantile tra Arezzo e Firenze - passò sotto la giurisdizione fiorentina nel 1273, divenendo in conseguenza centro di scambi commerciali tanto importanti da necessitare una protezione muraria.

Fu così che all’interno di un assetto urbanistico ellittico, nacquero due porte principali di accesso alla cinta muraria costruita 1328: Porta Aretina e Porta Fiorentina. Il Cassero era una delle due torri di controllo principale, raccordata alla porta con sguardo rivolto a Firenze, andata distrutta agli inizi del XX secolo.

Autentico baluardo cittadino, capace di resistere a guerre ed intemperie, oggi il Cassero (recentemente ristrutturato) ospita un prestigioso museo di scultura italiana moderna. Imponente ed elegante, questo autentico totem della Montevarchinità è oggi fonte di ispirazione per una nuova creazione dei Fratelli Bonci: il Pan del Cassero.

Soffice nella sua conformazione e bagnato da un liquore fatto da vini passiti, all’interno del Pan del Cassero convivono i profumi delle spezie toscane, la genuinità del burro fresco ed i gustosi sapori di frutta secca e candita, oltre ad uno spiccato senso identitario per la città che ha dato i natali alle creazioni Bonci.

Un sapore unico con radici ben radicate nella storia Toscana e cittadina, tanto da esser destinato a diventare un dolce tipico della tradizione montevarchina.
I Ricciarelli aperti

I RICCIARELLI

Un sapore ottenuto da una pasta cremosa ed intensa, delicatamente arricchita da un delicato bagno di mandorle attraverso una lavorazione lentissima. Con la consueta attenzione alla genuinità degli ingredienti, i Fratelli Bonci riescono a far rivivere il gusto originale dei Ricciarelli, nel pieno rispetto della tradizione, offrendo il vero gusto dell’arte pasticcera contenuto in un elegante cofanetto.
I Cavallucci aperti

I CAVALLUCCI

Questo biscotto dall’aspetto singolare, affonda le sue radici nei primi anni del XVII secolo, affermandosi nel tempo come una tipicità Toscana. In realtà lo era già ai tempi di Lorenzo Il Magnifico, e deve il suo nome curioso dalla particolarità di venir offerto soprattutto nelle osterie di campagna, dove si fermavano diligenze e barrocci, e quindi consumato da conducenti di cavalli e viaggiatori.

I profumi e gli aromi che ancora oggi i Cavallucci dei Fratelli Bonci portano con sé, rimandano ad un’epoca antica: frutta secca, canditi, spezie e miele sapientemente lavorati, si fondono insieme per donar loro quel sapore che rimanda con la mente alle festività Natalizie, ma contemporaneamente li rende gustabili per tutto l’anno.

Preparati seguendo il consueto rispetto della genuinità degli ingredienti utilizzati, i Cavallucci dei Fratelli Bonci vengono impreziositi da un elegante cofanetto.

Pasticceria